Trasporto su strada in Italia – assistenza di untraduttore quando l’autista viene controllato e il veicolo fermato

Trasporto su strada in Italia e assistenza di un traduttore

Gli autisti polacchi specializzati nel trasporto internazionale trasportano spesso merci in tutta l’Europa, anche in Italia. Un grande gruppo di merci e’ costituito dalle parti e dai componenti di automobili prodotte in Polonia per le aziende italiane. Anche l’esportazione di prodotti polacchi verso i mercati dell’UE si è sviluppata nell’ultima decina d’anni e un certo numero di prodotti del mercato italiano sono acquistati con entusiasmo dai consumatori polacchi. Così, il giro d’affari richiede un servizio di spedizione e di trasporto, ma anche la conoscenza della lingua italiana e quindi l’assistenza di un traduttore durante le diverse fasi del processo di trasporto.

Molte aziende di trasporto sono specializzate nelle consegne da e per l’Italia per conto di aziende polacche o di produttori italiani. Così, ogni giorno molti autisti percorrono enormi distanze, trasportando merci non solo dalla Polonia all’Italia, ma anche trattando l’Italia come un paese di transito per il trasporto di merci in varie direzioni, specialmente la parte settentrionale dell’Italia.

Regolamenti e disposizioni applicabili al trasporto su strada e al loro controllo

 Di conseguenza, gli autisti polacchi possono incontrare una serie di problemi significativi durante la guida sul territorio italiano.

 In generale, sul territorio italiano, si applicano le stesse regole internazionali del resto dell’Unione Europea (direttive, regolamenti), riguardanti per esempio 

  • il tempo di lavoro dell’autista,
  • I regolamenti sul traffico su strada,
  • e altri requisiti o regolamenti comunemente applicati nel trasporto internazionale.

Oltre ai regolamenti nazionali, sul territorio di ogni stato membro dell’UE, ci sono anche regolamenti specifici e istituzioni stabilite per supervisionare e controllare il corretto svolgimento del processo di trasporto e il rispetto delle norme e dei regolamenti in vigore nel traffico stradale di un determinato paese, come La Polizia o le Forze dell’Ordine.

  Le ispezioni sono molto restrittive e possono includere:

  • l’osservazione e la contabilizzazione del tempo di lavoro degli autisti, in base ai cosiddetti tachigrafi, in base al tempo di riposo e alla pausa obbligatoria per l’autista – il mancato rispetto è associato a sanzioni elevate in tutta l’Unione Europea,
  • la sicurezza nel trasporto delle merci, specialmente di quelle pericolose, che è soggetto a norme particolarmente restrittive in funzione del tipo di merci e del grado di rischio di incendio, esplosione o contaminazione chimica,
  • il rispetto delle regole del traffico stradale in termini di superamento della velocità consentita,
  • il possesso dei documenti di trasporto richiesti dalla legge come, ma non solo, lettere di vettura, documenti che confermano lo svincolo delle merci per il trasporto o la circolazione nel territorio di un determinato paese.

Controlli sui trasporti su strada in Italia e la necessità del supporto di un traduttore giurato

Tali controlli possono portare il fermo dell’autista o del veicolo dalle autorità che ne hanno il diritto, per esempio la polizia italiana, e possono richiedere l’assistenza di un traduttore giurato in termini di:

  • mediazione nell’interpretariato tra un autista o un’azienda di trasporto/spedizioni cioè il committente e Polizia o un altro organo di controllo – può essere un interpretariato per telefono o attraverso Internet o può essere necessario partecipare direttamente alle azioni sul territorio italiano,
  • interpretariato in una fase successiva per chiarire la situazione e il motivo del fermo e per risolvere il problema, ad esempio con il recupero del veicolo o con il pagamento di una multa o ammenda per infrazioni commesse dall’autista in Italia,
  • o infine la traduzione di documenti relativi alla situazione accaduta.

Vantaggi della partecipazione dell’interprete in situazioni problematiche nel trasporto su strada

Può anche essere necessaria la rappresentanza di una parte davanti al Tribunale o in Procura, il che richiede la presenza di un traduttore giurato:

– non solo le competenze linguistiche, ma anche 

– la conoscenza della legislazione vigente in Italia, ma anche del diritto e dei regolamenti comunitari in materia di trasporti,

– l’interpretazione di queste disposizioni,

– il loro confronto con i regolamenti e le differenze tra i regolamenti in Italia e in Polonia.

Tutto questo ha lo scopo non solo per eseguire una traduzione la più professionale possibile, ma anche per contribuire a risolvere la situazione il più rapidamente possibile, a vantaggio del committente, in modo che i costi causati non solo dalla multa, ma anche dal fermo della flotta siano i più bassi possibili. 

Nell’ambito dei costi, l’azienda di trasporto e spedizione interessata deve anche fare i conti con il costo del traino del veicolo,  e con il costo del parcheggio.Il traduttore giurato, conoscendo le specificità della legge italiana, può suggerire la soluzione migliore, ad es. come evitare il fermo del veicolo pagando una cauzione, la cosiddetta come evitare il fermo del veicolo pagando una cauzione, o contribuire alla riduzione della multa.

PERTANTO, VALE LA PENA DI TROVARE IL MIGLIOR TRADUTTORE GIURATO POSSIBILE, che conosce bene non solo le specificità del settore dei trasporti, non solo le normative applicabili ai trasporti in Italia, ma anche nell’Unione Europea, ma anche le realtà del sistema giudiziario italiano o del modo in cui lavora la polizia. Allo stesso tempo, è ovviamente consigliabile consultare un avvocato.